Novità a Pompei tra visitatori in crescita e tante iniziative

antica pompri - cibo

07 dic Novità a Pompei tra visitatori in crescita e tante iniziative

Più visitatori

Pompei è da sempre meta inevitabile di turismo culturale, di curiosità e interesse per tutti, di attrazione straordinaria. Male notizie di Pompei sono sempre nuove. La grande attenzione che il Governo ha dato agli scavi, il dinamismo della sovrintendenza speciale, i fondi europei e nazionali arrivati, e, ci permettiamo, la capacità imprenditoriale degli operatori, stanno lanciando ancor di più la località. Le novità sono molte.

Innanzitutto i risultati: il ministro Dario Franceschini ha annunciato che per la prima volta il sito di Pompei ha superato i 3 milioni di visitatori, e questa notizia è dell’8 novembre: c’è da aspettarsi che il record sia sempre più significativo.  La soddisfazione è stata confortata dalle dichiarazione del Presidente Renzi e del sovrintendente Massimo Osama, che ha sottolineato come le innovazioni, le nuove aperture, le mostre temporanee, i nuovi servizi e il lavoro del personale, abbiano contribuito al risultato. Solo il Colosseo (ma siamo a Roma!) fa più visitatori di Pompei, e questo rende tutti più soddisfatti.

Nuove aperture e nuove iniziative

Vediamo quindi quali sono le novità negli scavi. Sono state riaperte le Terme suburbane, poste vicino all’entrata di Porta Marina, una delle tre grandi terme che esistevano nell’antica città. La curiosità della visita comprende i quadetti dedicati ad Eros che si possono ammirare nella prima sala.

Ma le nuove aperture non finiscono, qui. Si possono visitare del mese di novembre alcune case, tra cui la Casa dei Mosaici Geometrici, una casa enorme (sessanta stanze!), con una serie di terrazze che allora erano affacciate sulla Valle del fiume Sarno e che presenta molti bei mosaici, appunto con disegni geometrici. Riaperte alla visita anche il complesso degli edifici municipali, posti sul lato corto del Foro di fronte al Tempio di Giove. Si tratta delle sale da cui la città veniva amministrata, e quindi sede dei duomviri (i corrispondenti del nostro “sindaco”) e della Curia, il senato locale, cioè, continuando il parallelo, un po’ il nostro consiglio comunale. Edifici importanti e ben decorati, che possono arricchire la visita di chi non è mai stato a Pompei, e possono far trovare un motivo in più a chi ha già visitato il sito per tornarci.

Ci sono poi gli eventi, come il progetto interessantissimo Eat’Story, da noi il cibo ha una storia, dedicato ai prodotti dell’agricoltura in un viaggio che va da quelli originali degli antichi pompeiani, fino ai contributi ricevuti dagli altri continenti (il pomodoro per citare il più famoso). Mostre, degustazioni, racconti della coltivazione, l’iniziativa curata dalla Soprintendenza insieme con la Coldiretti si presenta interessantissima. I dettagli sul sito ufficiale della Soprintendenza di Pompei.

Pompei per tutti

Infine un’iniziativa tra la promozione e il sociale: “Pompei per tutti”, un percorso archeologico completamente privo di barriere architettoniche che può aprire la visita a nuovi soggetti, e davvero fornire il meglio della visita a chi finora non ha potuto per impossibilità logistiche. Un percorso di tre chilometri che comprende una ventina di domus, la via dell’Abbaondanza e l’Anfiteatro.

Le sorprese saranno ancora tante, c’è solo da aspettare!

 

Hotel del Sole
info@hoteldelsolepompei.it


0
Send a message
Siamo spiacenti! Nessun operatore è disponibile al momento. La preghiamo di lasciare un messaggio e verrà ricontattato il prima possibile.Grazie.
--------------------English--------------------
We are sorry! No operator is available at the time. Please leave a message and will be contacted as soon as possible. Thank you.
Your name
* Email
* Describe your issue
Login Chat
Hai bisogno di aiuto? Contattaci qui!
Your name
* Email
We're online!