La Reggia di Caserta e non solo

reggia di caserta

22 dic La Reggia di Caserta e non solo

La Reggia di Caserta

La Reggia di Caserta è uno straordinario monumento che può rivaleggiare senza timore con gli altri palazzi reali europei, anche i più prestigiosi, come quella di Versailles a cui chiaramente si ispira. Ai Borboni di Napoli le regge piacevano, se ne fecero costruire tante a distanza di pochi anni: quella istituzionale, diciamo così, al centro di Napoli. Poi a Portici, oggi sede universitaria, con vista su Capri e sul Golfo. Quella di Capodimonte, sulla collina di Napoli, oggi sede di una magnifica pinacoteca. E infine questa, che appunto doveva rappresentare la sede più prestigiosa, quella in cui gli sforzi di architettura e mobilio dovevano dare l’idea dello sfarzo di un regno che aveva quasi mille anni.  Da Pompei Caserta si raggiunge in meno di un’ora di autostrada, e la Reggia è subito visibile, una specie di astronave immensa calata in questa città di cui quasi comprende la dimensione. Il palazzo Reale è magnifico, con sale affrescate, con i mobili dell’epoca, la sala del trono, il gusto sfarzoso del secolo in cui fu edificata da quel grandissimo architetto di origine olandese che fu Luigi Vanvitelli (che in fatti si chiamava van Wittel). Ma la bellezza della Reggia è superata da quella dei giardini, enormi, che si prolungano per chilometri e che confluiscono in una splendida fontana/cascata di grandissimo impatto scenografico.

L’Alto Casertano

La grandissima parte dei visitatori di Caserta, dopo aver visto la Reggia, fugge via. E invece non tanto la città, ma la provincia, l’antica Terra di Lavoro, presenta una serie di luoghi di gran fascino e di grande attrazione. Purtroppo la fama del casertano non è delle migliori per certe aree degradate del litorale e per la zona fin troppo urbanizzata dell’aversano. Invece l’Alto Casertano è zona pulita, tranquilla, ricca di storia, di tradizioni, di prodotti di qualità e merita una visita. Tra l’altro tutto si svolge a cavallo dell’Autostrada del Sole e dunque tutto è facilmente  raggiungibile. Tra Capua e Santa Maria di Capua Vetere, non mancano le bellezze archeologiche e quelle medievali che meritano assolutamente di essere conosciute. L’Anfiteatro di Capua – oggi a Santa Maria – è uno dei maggiori ancora esistenti, e il mitreo, dedicato all’antica divinità iranica diffusa in tutto l’impero romano, è davvero affascinante. Ci sono poi delle chiese romaniche di grande pregio, a partire dalla magnifica chiesa di San Michele a Sant’Angelo in Formis. E poi c’è Caiazzo, grazioso paese con un bel centro storico, dove si può mangiare una delle pizze più famose e premiate nel mondo.

Se poi si vuol procedere più a nord, verso il Lazio, sul versante del mare c’è l’antico vulcano spento di Roccamonfina, grazioso paese famoso per le sue castagne. E poi Sessa Aurunca, con un altro splendido esempio di architettura romanica con la sua cattedrale. Un’area poco frequentata ancora dal grande turismo, ma che merita assolutamente una riscoperta.

Hotel del Sole
info@hoteldelsolepompei.it


0
Send a message
Siamo spiacenti! Nessun operatore è disponibile al momento. La preghiamo di lasciare un messaggio e verrà ricontattato il prima possibile.Grazie.
--------------------English--------------------
We are sorry! No operator is available at the time. Please leave a message and will be contacted as soon as possible. Thank you.
Your name
* Email
* Describe your issue
Login Chat
Hai bisogno di aiuto? Contattaci qui!
Your name
* Email
We're online!